Superyacht.eu Nautica Digitale
Share this page
Tell a friend


IMPRESSIONE DI NAVIGAZIONE

Articolo estratto dall'archivio di migliaia di prove di barche effettuate da Nautica in quasi 50 anni di attività

Prove di navigazione

Si ricorda che il modello oggetto di questa prova potrebbe essere fuori produzione mentre il prezzo, se presente, si riferisce al momento della pubblicazione dell'articolo sulla rivista

Per eventuali informazioni aggiornate sul modello in prova nonché su tutti gli altri modelli prodotti dal medesimo cantiere vi rimandiamo al nostro
ANNUARIO
DELLA NAUTICA

Testo e foto di Antonio Bignami


FIPA ITALIANA - MAIORA 25 DP

Fipa Italiana, Maiora 25 DP

La scheda tecnica e le immagini di questo Maiora 25 DP sono di per sé più che esplicative del livello tecnologico, progettuale e realizzativo a cui il cantiere Fipa è arrivato con questo prodotto. Sull'onda del successo e dei consensi riscossi al salone di Genova, dove è stata presentata in anteprima, direi proprio che questa imbarcazione ci rappresenta in maniera ottimale sui mercati esteri per quel che riguarda lo standard e la strategia progettuale e realizzativa. Questo, è necessario sottolinearlo, grazie alla stretta collaborazione tra il cantiere costruttore, con le sue maestranze in grado di offrire quella "tradizione proiettata nel futuro" di cui la Fipa va giustamente fiera, l'architetto Roberto Del Re, che si è come al solito reinventato sui suoi gusti e sul suo stile inconfondibile e l'armatore, che ha offerto spunti, idee, suggerimenti, stimolando la realizzazione di un'imbarcazione che rispecchiasse le sue esigenze e il suo concetto di comfort e di eleganza.

Difficile parlare a questo punto, in maniera didascalica, del Maiora 25 DP; preferisco lasciare alcune tracce per una sorta di minima impressione per un prodotto di assoluta eccellenza, che ogni appassionato e competente amante del diporto dovrebbe poter visitare e su cui dovrebbe poter fare una crociera. Ho avuto la possibilità di rimanere a bordo di questa imbarcazione per molto tempo, ma preferisco annotare solo gli aspetti più significativi e che mi hanno più colpito. L'assetto in navigazione, valutato da un punto di osservazione privilegiato come l'elicottero, è davvero straordinario, la carena scivola con assoluta facilità e sposta una minima quantità d'acqua, inoltre, la forma e le linee dell'opera morta non risentono affatto del possibile "appesantimento" del doppio ponte, anzi, sono basse e filanti, elegantemente sofisticate e innovative.

Il flying bridge è una vera e propria equazione di ergonomia ed eleganza, colpiscono soprattutto lo studio e la volontà di creare un "collegamento" ideale tra le varie componentistiche e tra le altre zone dell'imbarcazione con cui il flying è in comunicazione, rispettando la logica di un modernissimo design a tutto tondo. Il salone del Maiora 25 DP lascia senza parole per il suo stile e la sua innovativa sobrietà: due elegantissimi divani, il "gruppo" del suono e dell'immagine, il bar, le straordinarie pareti in rame lavorato (un materiale mai utilizzato prima nella nautica da diporto e che ritroviamo anche nella sala da pranzo e nelle cabine), le porte elettriche scorrevoli in cristallo lavorato attraverso cui si accede alla sofisticata sala da pranzo, al ponte di governo e, attraverso una bellissima scala a chiocciola che scende al ponte inferiore, alle cabine. E mi fermo, per lasciare gusto e curiosità a quanti vorranno e potranno visitare questa imbarcazione che rappresenta un nuovo e straordinario corso del cantiere Fipa di Viareggio.

SCHEDA TECNICA

Progettista: Roberto Del Re
Costruttore: Fipa Italiana Yachts; Via Sarzanese; 55054 Massarosa (LU); tel. 0584/93353; fax 93118
Abilitazione alla navigazione: oltre le sei miglia
Stazza lorda: in corso
Assoggettata ad IVA: 20%
Lunghezza omologazione: m 25,90
Importo tassa di stazionamento: L. 8.555.000
Lunghezza f.t.: m 25,90
Larghezza massima: m 6,60
Altezza di costruzione: m 8,20
Immersione sotto le eliche: m 1,70
Dislocamento a medio carico: kg 65.000; a pieno carico: kg 72.000
Portata omologata: passeggeri 16
Totale posti letto: 11 in 6 ambienti
Motorizzazione: 2x1.800 HP MTU 16V2000 TE90 EB TD con invertitori ZF BW 255
Potenza complessiva installata: HP 3.600
Potenza fiscale complessiva: HP 300
Peso totale motori: kg 7.250
Rapporto dislocamento a medio carico dell'imbarcazione/potenza motori installati: 18,05
Tipo di trasmissione: U-Drive angolato con rapporto di riduzione 2,5:1
Velocità massima dichiarata: nodi 30 (a medio carico)
Velocità di crociera: nodi 25 (a medio carico)
Consumo dichiarato a velocità di crociera: l/ora 550
Autonomia a velocità di crociera: miglia 450 circa
Capacità serbatoio carburante: l 10.000
Capacità serbatoio acqua: l 2.500
Prezzo con dotazioni standard e motorizzazione provata: imbarcazione da realizzarsi "su misura" per le esigenze e i gusti dell'armatore, prezzo da concordare, non esistendo il modello base.

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Tipo di carena: planante a V profondo
Materiale di costruzione: vetroresina
Materiali e caratteristiche di coperta: vetroresina con pontatura in teak
Zona di prua: pulpito e murate, pontatura in teak, due passaggi laterali dai saloni ai camminamenti laterali, a prua attrezzature ormeggio, salpa ancore Lofrans da 3.500 W, gavonerie laterali tuga e divanetto di servizio
Organizzazione e attrezzature del pozzetto: pontatura in teak, divaneria poppiera e tavolo per 8 passeggeri, comandi per passerella, scala bagno e portellone specchio di poppa, attrezzature di ormeggio con winches di tonneggio
Caratteristiche plancetta poppiera: la zona poppiera del Maiora 25 prevede l'apertura telecomandata di un portellone pontato in teak che funge da spiaggetta poppiera, con scala bagno elettroidraulica a scomparsa e garage che può essere utilizzato per un tender, per moto d'acqua o stradali (al garage si può accedere sia dalla scala laterale dal pozzetto che dalla sala macchine); ci sono inoltre la passerella, la doccia e gavonerie varie
Materiali sovrastrutture e vetrate: acciaio inox e cristallo temperato
Descrizione e caratteristiche flying bridge: con accesso diretto dal ponte di comando plancia, completo di posto di pilotaggio con console di guida, timoneria a ruota in alluminio e teak, divaneria pilotaggio, bussola magnetica, seconda stazione autopilota Nautiradar AP303, interfonico di manovra, comando faro ricerca, ripetitori eco e solcometro, indicatori angolo di barra, trim flaps e pressione aria telecomandi, strumentazioni complete motori, VHF indipendente Skanti Trip 3000, telecomandi motori. Il flying dispone di ampia divaneria a L con tavolo, mobile frigobar a sinistra, zona prendisole a poppavia dinette, gruetta alaggio e varo tender, comandi per alaggi e vari nella zona poppiera, roll bar con antenne, luci sotto al roll bar e nei camminamenti laterali.

INTERNI

Suddivisione e caratteristiche: la compartimentazione interna si sviluppa in tre sezioni indipendenti. La zona giorno, che comprende il salone con doppie divanerie, tavoli di servizio, zona stereo/TV, bar e due porte in cristallo lavorato elettriche scorrevoli che conducono alla sala da pranzo a proravia; la zona notte, a cui si accede con scala a chiocciola sul corridoio di dritta e che comprende quattro cabine con relativi servizi (armatore e vip con matrimoniale, due cabine ospiti con letti affiancati) e la zona tecnica, che comprende il ponte plancia di governo a cui si accede con scala sul corridoio di dritta, la cucina con accesso separato con porta in cristallo scorrevole da cui si scende con scala alla zona equipaggio a proravia, con cabina per il comandante a letto singolo e cabina marinai a due posti letto e bagno indipendente completo di box doccia. Tutti gli interni sono realizzati con ebanistiche e radiche di assoluta qualità, le tappezzerie sono in pelle e, particolare molto innovativo, molti dei rivestimenti e delle finiture nei saloni e nelle cabine sono in rame lavorato
Posto di pilotaggio su ponte indipendente: con due sedili pilotaggio, ruota in ottone e teak, tavolo da carteggio con luce, quadro elettrico centralizzato, accesso diretto al flying bridge con porta scorrevole in cristallo, divaneria di servizio. Strumentazioni e indicatori completi motori, bussola magnetica Riviera White Star 5', autopilota Nautiradar AP 3003 interfacciato con plotter Nautiradar LCD11' Plus con GPS incorporato, radar Furuno 1941 48 miglia, VHF Sailor Linea Verde Full Duplex, SSB Sailor Linea Verde, ecoscandaglio, solcometro, comando faro ricerca, interfonico di manovra, pannello sinottico allarmi vari, pannello controllo per interrutori e spie vari (elettropompa lavaggio catena, salpa ancora, regolazione flaps ecc.), telecomandi motori
Zona carteggio: nel ponte di comando plancia
Zona cucina: completa di piano di cottura vetroceramica a 4 fuochi, cappa aspirante, piano di lavoro in marmo, frigo/freezer a 2 porte da l 650 circa, lavastoviglie, mobili e pensili, compattarifiuti, zona pranzo equipaggio con tavolo e sedute, porta a pantografo per l'uscita sul camminamento di dritta. Tutti gli elettrodomestici sono Miele.

ACCESSORI

Dotazioni di serie: oltre a tutte quelle elencate, TV color con Vcr e stereo CD per cabina armatore e vip,TV color con Vcr e stereo Hi-Fi con CD in salone, ice maker in salone, servizio completo per 12 in sala da pranzo, 2 generatori da 25 kW ognuno, 2 linee da terra, batterie, alternatori e raddrizzatori, impianto antincendio, impianto fisso ad acqua di mare e mezzi di estinzione portatili, flaps correttori di assetto con doppia stazione, telecomandi motore/invertitore di tipo elettronico, compressore elettrico, estrattori per ricambio aria in sala macchine, citofono intercomunicante in ogni locale della barca, interfonico di manovra a viva voce, impianto di climatizzazione in tutti i locali con potenza di circa 130.000 BTU, tonneggio di poppa a scomparsa.

LE IMPRESSIONI

CONDIZIONI DELLA PROVA
Vento: variabile forza 5
Mare: formato in aumento

PRESTAZIONI RILEVATE
Tempo di planata da fermo: 15 secondi
Regime e velocità minimi di planata: 1.800 giri/min 19 nodi
Velocità massima: nodi 28 per una potenza erogata di 3.600 HP a 2.300 giri/min

VALUTAZIONE PRESTAZIONI

Valutazione tenuta di mare, governabilità, virata e comportamento sull'onda: il Maiora 25 DP rappresenta un'evoluzione, dal punto di vista della navigazione, anche per il cantiere, che per la prima volta propone una sua imbarcazione di grandi dimensioni con una carena e una propulsione in cui sono confluite ricerche e sperimentazioni che hanno permesso di ottenere un tipo di navigazione estremamente fluida e sportiva, con un assetto in planata perfetto e prestazioni davvero ottime
Risposta timoneria, e flaps: molto efficaci e con una dolcezza e una continuità di manovra eccellenti
Visibilità nelle diverse condizioni: ottima sia dal ponte di comando (dove le manovre e le strumentazioni sono imponenti e complete) che dalla controplancia del flying bridge
Manovrabilità di approdo: perfetta, anche grazie alle innumerevoli tecnologie di bordo (elica di prua, tonneggi, interfonico di manovra ecc.).

VALUTAZIONI COMFORT E FUNZIONALITÀ

Coperta: molto ben percorribile e con una linea e un'estetica originalissime ed innovative
Flying bridge: completissimo e con ottime componentistiche (molto, molto bello il discorso architettonico che "collega" tra loro le varie componentistiche)
Interni: bisogna valutare bene parecchi aspetti che caratterizzano gli interni del Maiora 25 DP rappresentando un vero e proprio punto di riferimento nello yacht design. Mantenendo inalterati lo stile e l'accuratezza costruttiva Fipa, qui ci sono i contributi di più stili e più gusti, l'innovazione dell'utilizzo di materiali mai impiegati nella nautica (come il rame), l'ebanistica trattata con soluzioni architettoniche esteticamente bellissime ma di difficilissima realizzazione, un'abitabilità e una compartimentazione in simbiosi con il comfort e l'insonorizzazione e... non basterebbero 4 impressioni di navigazione per parlare di tutto
Comfort passeggeri: vedi sopra... ottimo
Posizione e comfort zone di pilotaggio: molto valida la soluzione del ponte di comando indipendente, naturalmente, ed anche in questo caso si sono trovate soluzioni di "collegamento" con il resto dell'imbarcazione molto valide ed originali
Zona carteggio: ottimamente predisposta e servitissima da attrezzature e strumentazioni
Zona cucina: molto ampia ed elegante
Servizi: anche qui, oltre all'estetica e al comfort, si sono scelti materiali e componentistiche originali e innovativi
Agibilità e operatività interna vano motori: grazie alla soluzione della piattaforma poppiera che "apre e chiude" la zona di poppa, l'accesso alla sala macchine è comodissimo: un'annotazione particolare per le ottime impiantistiche e per la sicura agibilità interna
Quadro e impiantistiche elettriche: molto completo e con componentistiche di affidabilissima operatività.

QUELLO CHE CI È PIACIUTO

Di più: difficile dirlo in un'imbarcazione dove tutto è davvero al top delle possibilità e di ciò che al giorno d'oggi e nel prossimo futuro, la nautica da diporto può offrire. Probabilmente uno dei particolari più significativi può essere il fatto che proprio la completa collaborazione tra cantiere costruttore, progettista ed armatore ha reso possibile la realizzazione di questa meraviglia.

Di meno: anche in questo caso è difficile dirlo. A voler proprio esprimere una valutazione di gusto personale, anche conoscendo tante altre barche Fipa, si nota che solo la controplancia del flying bridge ha mantenuto il suo design tradizionale, cosa che in un'imbarcazione completamente nuova come questa potrebbe forse essere aggiornata.