Superyacht.eu Nautica Digitale
Share this page
Tell a friend


IMPRESSIONE DI NAVIGAZIONE

Articolo estratto dall'archivio di migliaia di prove di barche effettuate da Nautica in quasi 50 anni di attività

Prove di navigazione

Si ricorda che il modello oggetto di questa prova potrebbe essere fuori produzione mentre il prezzo, se presente, si riferisce al momento della pubblicazione dell'articolo sulla rivista

Per eventuali informazioni aggiornate sul modello in prova nonché su tutti gli altri modelli prodotti dal medesimo cantiere vi rimandiamo al nostro
ANNUARIO
DELLA NAUTICA

Testo e foto di
Andrea Bergamini

Pubblicato su Nautica 521 di settembre 2005


RIVIERA MARINE - RIVIERA 51

L'attrazione che queste barche sono in grado di esercitare sugli appassionati del cosiddetto big game è tangibile quando, in banchina, si disquisisce di particolari pratici ed estetici, con qualche potenziale armatore amante di questo genere di imbarcazioni.

Questi yacht australiani rappresentano, per molti, il sogno di poter possedere uno scafo dalle caratteristiche così diverse eppure amalgamate abilmente dai progettisti d'oltreoceano. Unitamente alle doti tecniche, che rendono il Riviera 51 ideale per le grandi battute di pesca d'altura, la barca offre tutte quelle comodità e raffinatezze peculiari dei grandi yacht, quindi interni lussuosi e accoglienti, studiati per rendere confortevoli anche le crociere più lunghe.

La visuale complessiva esterna non tradisce quelli che sono i dettami del cantiere, ovvero murate digradanti verso poppa, in corrispondenza del pozzetto, parte frontale in vetroresina, in corrispondenza del parabrezza, pozzetto molto tecnico con vasca per il vivo, flying bridge ben attrezzato e protetto da un T-top rigido. Gli interni offrono quanto di meglio si possa desiderare da uno yacht di tale tipologia, sia per ciò che riguarda la compartimentazione dei locali (tutti molto spaziosi) sia per quello che concerne gli arredi e le finiture di qualità superiore. Il tutto contribuisce a donare agli ambienti un'atmosfera molto calda e ospitale che, come dicevamo in apertura, quasi contrasta con l'aspetto tecnico e le attrezzature esterne, benché la vista laterale della barca sia comunque contraddistinta da linee eleganti. Le impressioni in navigazione non hanno deluso le nostre aspettative; il Riviera 51 risulta sicuro in ogni situazione e, anche in virata, si avverte la stabilità e la buona direzionalità di uno scafo nato per affrontare condizioni di mare ben più impegnative di quelle incontrate durante il nostro test nelle acque liguri.

SCHEDA TECNICA

Progettista: Riviera Marine
Costruttore: Riviera Marine; 50 Waterwayv Drive; Coomera QLD 4209; Australia; sito web www.riviera.com.au; e-mail riviera@riviera.com.au
Importatore: Elite Marine; via Predore, 31; 24067 Sarnico (BG); tel. 035 91215; fax 035 913909; sito web www.elitemarine.it; e-mail info@elitemarine.it
Categoria di progettazione CE: B
Lunghezza f.t.: m 17,73
Lunghezza di omologazione: m 16,67
Larghezza massima: m 4,93
Altezza sopra la linea di galleggiamento: m 5,36
Immersione sotto le eliche: m 1,38
Dislocamento a vuoto: kg 20.500; a pieno carico: kg 25.400
Portata omologata: 18 persone
Totale posti letto: 6 (+2) in 3 (+1) ambienti
Motorizzazione: 2x800 HP Caterpillar 3406
Potenza complessiva installata: HP 1.600
Potenza fiscale complessiva: CV 152
Peso totale motori con invertitori: kg 3.400 circa
Tipo di trasmissione: linea d'asse
Rapporto dislocamento a vuoto dell'imbarcazione/potenza motori installati: kg/HP 12,81
Velocità massima dichiarata: nodi 31
Velocità di crociera: nodi 26
Consumo dichiarato a velocità di crociera: litri/ora 200
Autonomia a velocità di crociera: miglia 350
Capacità serbatoio carburante: litri 2.700
Capacità serbatoio acqua: litri 860
Trasportabilità su strada: trasporto eccezionale
Prezzo con dotazioni standard e motorizzazione della prova: Euro 1.050.000,00 + IVA.

I consumi indicati nel grafico sono ricavati dalle curve di consumo del motore fornite dal costruttore, ma il consumo reale in mare potrà discostarsi dai dati pubblicati in funzione del carico imbarcato e della sua posizione, delle condizioni di uso dell'unità, della messa a punto e dello stato dei motori stessi, oltre che dalle caratteristiche delle eliche utilizzate.

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Carena: a V profonda con pattini di sostentamento idrodinamico
Costruzione e strutture: costruzione in fiberglas con strati in resina vinilestere; paratia anticollisione e camera stagna a prua; piano coperta e soffitti cabine con sandwich di vetroresina e legno per isolamento termico e acustico; superfici esterne in gelcoat isoftalico
Coperta: piani di calpestio antisdrucciolo; battagliola in acciaio inox; tuga con caratteristico frontale in vetroresina al posto del parabrezza
Flying bridge: cappa copricruscotto; corrimano in acciaio inox; divano a "U" e divanetto prendisole; frigorifero 12 V; hard top rigido con telaio in acciaio, faro orientabile, console a soffitto, boccaporto e chiusure trasparenti; mobiletto con lavello ad acqua calda e fredda; poltroncine regolabili con poggiapiedi; radio VHF in console; comando verricello e flap; contametri per ancora; sistema di intercomunicazione con sala macchine e cucina; strumentazione completa; tavolo pranzo regolabile convertibile in letto; vano portabicchieri e portarifiuti
Zona di prua: ancora con 70 metri di catena con doppio accesso; battagliola in acciaio inox; piani di calpestio antisdrucciolo; porta parabordi; pozzetto della catena autosvotante; rubinetto acqua salata per lavaggio ancora; verricello verticale con tamburo avvolgicime
Pozzetto: autosvotante; accesso sala motori; armadietto per attrezzi da pesca; attacco diretto acqua da banchina a impianto di bordo con valvola di controllo pressione; bitte a scomparsa; doccia con acqua calda e fredda; gavoni lungo le pareti laterali e posteriore; ghiacciaia; grande gavone; lavello con acqua calda e fredda; passaggio alla sala motori con ammortizzatori a gas; luci di cortesia e fari retromarcia; portello apribile nello specchio di poppa; piastra dì rinforzo per sedia combattimento; scaletta in acciaio inox per flying bridge; vasca per pescato con doppio accesso con pompa svuotamento
Plancetta poppiera: in vetroresina; scaletta bagno incorporata.

INTERNI

Suddivisione e caratteristiche: il salone è composto da una dinette doppia. Sulla sinistra a centro barca trova posto la cambusa. La zona notte è composta dalla cabina VIP e toilette a dritta, ospiti a letti sovrapposti a sinistra e amatoriale a pruavia
Posto di pilotaggio: sul flying bridge, servito da poltrone tecniche per pilota e copilota
Zona carteggio: nel salone esistono più piani d'appoggio per il carteggio
Zona cucina: piano cottura con piastre in vetroceramica a due elementi con fermapentole sui fornelli; lavello con acqua calda e fredda; forno ventilato e microonde; frigorifero e freezer; grande gavone sotto piano pavimento; mensola portaoggetti; aspiratore; contenitore portaposate; sistema di intercomunicazione con sala macchine e flying bridge; vano portarifiuti con apertura su piano lavoro.

ACCESSORI

Optional: motorizzazione MTU 2x825 HP; generatore Onan 17 kW; doppia dinette, parabrezza a vetri; hard top rigido e chiusure trasparenti sui quattro lati, divano salone convertibile in letto; lavastoviglie in cucina; piano pozzetto, gradini laterali e ingresso salone in teak; portacanne flying bridge (6); portacanne pozzetto (5); predisposizione per dissalatore; predisposizione per passerella idraulica (piastra di rinforzo e gradino); tendalino parasole pozzetto con telaio in acciaio colore blu; portaparabordi; stuoia coprimoquette salone; stuoia per flying bridge; linea di galleggiamento blu con bordino argento; interni in teak satinato; plancetta poppa in teak.

LE IMPRESSIONI

CONDIZIONI DELLA PROVA
Vento: 3 nodi
Mare: calmo.

PRESTAZIONI RILEVATE
Tempo di ingresso in planata: 10 secondi
Velocità minima di planata: 10,4 nodi a 1.100 giri/min
Velocità di crociera: 25,3 nodi a 2.100 giri/min
Velocità massima: 29,8 nodi a 2.350 giri/min.

VALUTAZIONE PRESTAZIONI

Tenuta di mare: sicurezza e stabilità sembrano essere i punti di forza di un'opera viva progettata per navigare in oceano
Risposta timoneria e flap: virata larga ma precisa. Con l'uso dei flap la barca assume un assetto migliore; linea longitudinale più equilibrata con tendenza ad abbassare la prua a vantaggio di una velocità massima leggermente superiore
Posto guida: dominante sul flying bridge, anche se la posizione arretrata non permette un'ottima visuale a pruavia
Manovrabilità di approdo: malgrado le grandi dimensioni, lo scafo risulta docile e reattivo.

VALUTAZIONI COMFORT E FUNZIONALITÀ

Coperta: essenziale ma dagli spazi generosi. Pozzetto vivibile anche per l'attività crocieristica, al di là dell'utilizzo per la pesca d'altura
Flying bridge: ben organizzato, con spazi conviviali godibili e ben distribuiti. Assai utile la copertura offerta dal T-top e dalle protezioni trasparenti nelle giornate invernali
Comfort passeggeri: buono, sia per lunghe crociere che per battute di big-game
Zona carteggio: più che sufficiente con vari piani d'appoggio
Zona cucina: come su tutte le barche costruite oltre oceano, la cambusa assume un'importanza fondamentale nel layout del salone. Parecchi i mobili portavivande
Servizi: dispongono entrambi di cabine doccia separate. Arredi e accessoristica curati
Accessibilità e funzionalità vano motori: ingresso agevole tramite portellone situato a fianco della vasca per il vivo nel pozzetto
Quadro e impiantistiche elettriche: quadro all'altezza dell'impiantistica della barca.