Superyacht.eu Nautica Digitale
Share this page
Tell a friend


MENSILE INTERNAZIONALE
DI NAVIGAZIONE

Copertina di Nautica

Mese di pubblicazione

Editoriale del numero 653

SALONI NAUTICI AL NASTRO DI PARTENZA

Un nuovo inizio

È giunto ormai settembre, mese che tradizionalmente segna la fine dell'estate e l'avvento dei saloni nautici. Li inaugura, come di consueto, il Cannes Yachting Festival (6-11 settembre), seguito dal Salone Nautico di Genova (20-25 settembre), che quest'anno per la prima volta non si svolgerà a ottobre, e li conclude il Monaco Yacht Show (28 settembre - 1 ottobre). Il clima che si respira nel settore è decisamente euforico, finalmente ci stiamo lasciando alle spalle il periodo di crisi più lungo e devastante della nostra storia e vale la pena di fare qualche riflessione sul futuro - più roseo - che abbiamo davanti.
Tralasciando lo spettacolare Monaco Yacht Show, annuale appuntamento delle grandi navi da diporto, Cannes si conferma una fiera di altissimo livello, con espositori e visitatori internazionali, che si vanno a inserire in un contesto vacanziero che ne caratterizza l'unicità.
Poi c'è il Salone di Genova, in netta ripresa rispetto al recente passato (+21% di espositori secondo quanto comunicato da Ucina), a conferma dei dati positivi provenienti dal mercato, quali i maggiori introiti nel settore del leasing nautico registrati da Assilea - di cui si è già scritto in precedenti editoriali . e il rinnovato traffico registrato tra la primavera e l'estate nei nostri porti, tanto da far sperare al meglio per il futuro della nautica italiana.
D'altronde a detta di alcuni tra i cantieri internazionali più importanti, il mercato del Bel Paese negli anni d'oro rappresentava ben il 40% del prodotto, contro il 6-8% registrato oggi, quindi ha un potenziale di crescita impressionante.
Alla luce di queste ottime notizie, un solo rammarico, il non essere riusciti a far trovare un dialogo, e di conseguenza un accordo, alle due associazioni di categoria. Ucina contina nel lavoro di rilancio del mercato e della fiera di riferimento, Genova, (unica sbandata, il mancato evento di Yachting in Venice), mentre Nautica Italiana è ancora ferma ai blocchi di partenza... Già una volta mi rivolsi al ministro Carlo Calenda perorando la fine del conflitto interno, il dialogo e la collaborazione. Un appello che ripeto anche ora: "Ministro non si arreda!..."
Sperando che non abbia ragione il governatore della Liguria Giovanni Toti, che disse: "Ci sono solo personalismi, che nulla hanno a che fare con la vera nautica, a determinare le scelte in corso".
La crisi è passata, i tempi bui sono alle spalle.
Ora ripartiamo, insieme, verso la luce.

Paolo Sonnino Sorisio

Questo testo, se non si riferisce al numero di Nautica correntemente in edicola, viene pubblicato esclusivamente a fini storici e le opinioni espresse potrebbero non coincidere più con quelle della Direzione e/o della Redazione di Nautica Editrice Srl