Superyacht.eu Nautica Digitale
Share this page
Tell a friend


MENSILE INTERNAZIONALE
DI NAVIGAZIONE

Copertina di Nautica

Mese di pubblicazione

Sommario del numero 513
  • Nell'editoriale di gennaio Lucio Petrone ci parla del Codice della navigazione da diporto e del silenzio che ha caratterizzato la sua elaborazione, anche se, come lo stesso editorialista sottolinea, sono trapelate alcune importanti notizie che hanno in parte tranquillizzato anche noi di Nautica e tutto il settore. Nelle pagine dedicate all'editoriale di gennaio si trova anche un box, contenente il comunicato dell'Ucina in merito al nuovo Codice della Navigazione da diporto.
  • L'Utenza. Arrivano i porti secchi all'italiana come le prugne secche di Montalcino. Franco Bechini ci offre la sua analisi sui porti a secco all'italiana, dopo aver ascoltato anche in occasione del Salone di Genova le iniziative dei vari enti interessati. Naturalmente l'analisi del nostro Bechini si estende anche a quelle che sono le potenzialità di questo settore, quello dei porti a secco appunto, segnalandoci una proposta della Albatros Effebi, un porto a secco automatico molto interessante.
  • METS 2004. Mostra di un mondo che cresce. Gli accessori nautici sono tanti, coprono, oltre che la barca, anche gli ormeggi, i cantieri e quant'altro serve di supporto alla navigazione; è dunque un mondo particolarmente vivo, sempre mutevole e dove si possono talvolta trovare sorprese curiose o piacevoli: ad Amsterdam ogni anno in novembre se ne celebra la vetrina d'apertura, con un migliaiio di espositori a mostrare quanto di nuovo potremmo trovare a bordo o nei porti nella stagione entrante. È il METS, rassegna diventata punto d'incontro obbligato per chiunque operi nel settore nautico.
  • Finiture: un anno di test sugli smalti. La barca in multicolor. Gli smalti offrono la finitura estetica della barca, ma anche un a barriera protettiva contro gli elementi, sole, salsedine, acqua. I prodotti in commercio, alle accresciute caratteristiche tecniche, da qualche anno uniscono importanti valenze estetiche, metallizzato, cangiante, ecc.
  • Meglio di un aeroplano. Eliche che tirano nella direzione voluta. Avevamo preannunciato ai lettori che in casa Volvo Penta stava maturando qualcosa di veramente grosso, di importante e innovativo. Vediamo di cosa si tratta.
  • Educazione... portuale (Che tipo di marinai siamo?). Mettersi all'ormeggio. Il termine di ogni navigazione coincide con l'ormeggio. È qui che hanno luogo le operazioni più semplici ma, per questo, non meno importanti od opportune di tante altre. Vediamo ad esempio, due fra gli aspetti più ricorrenti, ai quali non sempre viene attribuita la giusta importanza, che dovrebbero farci riflettere su quanto si può fare, senza sforzo alcuno, per migliorare la qualità del nostro approccio con le cose nautiche e... umane.
  • Acquistare la barca in Asia e portarla in Europa-2. Dalla Malesia alle Maldive. Continua l'avventura del "Pulcinella", nel corso del suo annoso trasferimento, impegnato in uno degli angoli del Mare Cinese meridionale dove i traffici navali sono più intensi e cambiamenti meteorologici repentini, alla ricerca di stupende isole coralline e con il costante timore di incontrare i famigerati pirati che infestano queste acque.
  • L'isola dei monaci navigatori. La verde Irlanda. Pensando all'Irlanda, ci vengono in mente le sue rigogliose cambpagne, le verdi vallate, i pubs e le miniere, ma difficilmente la vediamo come un'isola, e quindi intimamente legata al mare. Tuttavia, seppure la vocazione marinara irlandese è stata tarpata dallo strapotere della vicina Inghilterra, le tradizioni nautiche di questo popolo, che affondano le proprie origini in tempi antichissimi, non sono mai tramontate.
  • In allegato con il numero di Nautica di gennaio i nostri lettori troveranno la pubblicazione italiana di Nautica Superyacht, quadrimestrale dedicato alle grandi barche e distribuito in tutto il mondo anche in lingua inglese.
  • Vendèe Globe. Obiettivo 90. Sono partiti in 20, dal porto francese di Les Sables d'Olonne il 7 novembre, per fare il giro del mondo, soli, senza scalo e senza aiuti.
  • Arcipelago delle Whitsundays. Le figlie della "Grande barriera". Circa un centinaio, tra isole, isolotti, scogli e lingue di sabbia, formano questo arcipelago, scoperto da Cook nel 1770, situato tra la costa orientale dell'Australia e la Grande Barriera Corallina. Ed è proprio grazie alla vicinanza e alla protezione della Barriera, che la navigazione in queste acque risulta tranquillla e i fondali particolarmente ricchi di innumerevoli forme di vita marina.
  • I porti turistici al 44° Salone di Genova. Il ritardo del Belpaese. Leggermente giù di tono la presenza dei porti a questo Salone. Non ci si spiega il motivo, o meglio potrebbero essercene tanti e un pò tutti assieme hanno di fatto prodotto un calo. Anche di presenze di visitatori agli stand, come alcuni espositori ci hanno dichiarato. Forse Genova non è la sede adatta per esporre porti, che richiederebbero sicuramente un ambiente più idoneo al colloquio e alla riflessione, da workshop, per capire, non da fiera strapaese. Il porto non è una barca, e l'esposizione dovrebbe costituire il preludio a un investimento immobiliare, da qui la necessità di un certo raccoglimento, che sinceramente a Marina 2 manca del tutto.
  • Vela libera. Paolo Venanzangeli ha dedicato la rubrica Vela Libera di Gennaio all'ammiraglio Straulino, scomparso di recente. Venanzangeli ha sintetizzato per noi le tante avventure sportive e professionali che hanno visto Straulino come protagonista, storie fatte di capacità tecniche e coraggio.
  • La rubrica dello sport è come sempre ricca di notizie dai campi di regata e dai circuiti di motonautica. In questo numero Venanzangeli ci propone un articolo dedicato al record della circumnavigazione, la risposta di Ellen MacArthur alla Vendèe Globe, ossia, il suo tentativo di battere il record del giro del mondo in solitario a bordo del trimarano "Castorama". Nelle pagine dedicate alle notizie sportive come sempre i nostri lettori troveranno informazioni relative alla ARC Regatta ad "Amer Sports", Team Alinghi rinforzato con Ed Baird, Seconda tappa della Global Challenge, 18ft Velamareskiff Cup, Vii Edizione di Blurimini e poi un accattivante articolo dedicato alla motonautica e intitolato "La gara vissuta dentro", scritto da un pilota che ha preso parte al campionato del mondo Powerboat P1 categoria SuperSport.
  • Nautica ha provato per voi, scoprendone pregi e difetti, le seguenti imbarcazioni: Alliaura Marine Privilège 395 Easy Cruise, Pacific/Antema Yachting Prestige 200, C.N. Del Delta CND 52, Rio Yachts Rio 44 Art, Chris Craft Roamer 40, Asterillos Astondoa AS 394
  • La rubrica "Una barca per tutti", che comprende i piccoli annunci e affronta i seguenti argomenti: il Charter scuole e patenti: indirizzi; Il Consulente l'usato: consigli e suggerimenti sulla manutenzione delle barche, le schede delle barche di una volta e intervista ad un broker; pagine blu.
Share this page
Tell a friend