Superyacht.eu Nautica Digitale
Share this page
Tell a friend


SUPERYACHT #13
Summer 2007

Article selected from our quarterly magazine dedicated to the largest and most luxurious boats with information, interviews, technical articles, images and yachting news


Summary

Subscription

Yachting catalogue

Navigation tests

Used boats

Boatshow

Video Nautica

Articolo di
Franca Urbani


JORGEN GORMSEN
CAPITANO DEL M/Y TAJIN

M/Y TAJIN

Il comandante Jorgen Gormsen è con me per parlare della sua vita professionale nel soggiorno di Tajin, uno yacht dal nome esotico che mi ha incuriosito molto.

Comandante cosa significa questo nome?

Jorgen Gormsen E' il nome di una delle numerose divinità dell'antica cultura che dominava un tempo l'area geografica in cui vive il mio armatore: il Messico. Pare che questa divinità fosse consacrata agli uragani, forse nel senso che ci si rivolgeva a lei per esorcizzarne la pericolosità.

Cosa rappresenta invece per lei lo yacht Tajin?

Una gran bella barca dove vivo bene e ho molte soddisfazioni dal punto di vista professionale. Infatti l'atmosfera a bordo e tra i vari membri dell'equipaggio è piacevole e improntata ad un reciproco rispetto. Noi lavoriamo dando la priorità assoluta al benessere dell'armatore che cerchiamo di rendere felice ogni volta che sale a bordo con la sua famiglia e i suoi ospiti. Sappiamo infatti che questo yacht è un giocattolo bello ma molto, molto costoso, costruito per rendere la vita sul mare il più piacevole possibile.

Cosa le piace di questo lavoro?

Va detto che io lavoro con mia moglie che è chief stewardess e sono quindi privilegiato: ci piace viaggiare, incontrare nuove culture, vedere in giro per il mondo nuovi e vecchi amici, vedere i posti più strani, essere impegnati nel restauro delle barche, oppure nella direzione lavori di nuove unità in costruzione, fare charter e soprattutto non sapere mai cosa ti aspetta la prossima volta ma semplicemente accettare quello che ti capita e lasciare che la vita sia un'avventura continua.

Con quale criterio svolge il suo lavoro di comandante a bordo?

Secondo me il segreto è racchiuso nella parola Team Work, una modalità di operare in cui alla parola "Io" bisogna sostituire la parola "Noi". Il comandante non può fare tutto da solo a bordo, perciò è opportuno sappia demandare. Ciascun membro dell'equipaggio ragiona con la propria testa, e in caso di necessità sa prendere le decisioni adatte alle circostanze, salvo naturalmente informarmi di quanto accaduto al più presto.

Quali sono i suoi hobby dopo tanto lavoro?

Appena posso gioco a golf, inoltre amo molto sciare.

Quali nuovi viaggi per mare le piacerebbe fare?

Vorrei navigare nel Pacifico e nei mari Asiatici. Spero un giorno di convincere qualche armatore a visitare la Groenlandia e il Canada settentrionale: entrambi sono posti stupendi e poco frequentati.

Qual è stato il momento in cui ha temuto il peggio andando per mare?

Credo durante un viaggio da Gibilterra alle Canarie: allora facevo ancora parte dell'equipaggio e il comandante decise di salpare nonostante le previsioni meteo ci fossero contrarie. Ben presto ci trovammo in mare aperto con onde così alte che ciascuno di noi temette che tutta la nostra abilità marinaresca non sarebbe bastata a salvarci la vita. Invece ce la siamo cavata anche quella volta.

Che ruolo ha sua moglie a bordo?

E' chief stewardess e l'equipaggio la chiama "Mama Bear", è una persona davvero speciale e capisce al volo quello che gli ospiti desiderano prima ancora che essi stessi lo sappiano. Siamo molto uniti e innamorati dopo ben 14 anni di lavoro insieme.

Quali altri yacht ha comandato prima di Tajin?

M/Y "Mystere" di 47 m, M/Y "Osiana" di 35 m, M/Y "Nanou" (Benetti Classic) di 35 m, M/Y "Noa VII" Feadship di 48 m, M/Y "Sea Falcon" di 43 m. Prima di diventare comandante ho naturalmente navigato su molti altri yacht e con altri ruoli.

Com'è il rapporto con l'armatore di Tajin?

Ottimo. Quando è lontano ci sentiamo per e-mail anche diverse volte alla settimana. Sono stato fortunato ad incontrare questo armatore perché quando decide qualcosa non torna mai indietro ma anzi la persegue con grande determinazione. Inoltre posso sempre parlargli con franchezza e tranquillità di ogni problema. Io e mia moglie amiamo molto lavorare per questa famiglia.

IL COMANDANTE DEL M/Y TAJIN
Nome: Jorgen
Cognome: Gormsen
età: 48 anni
nazionalità : danese
Scuola di formazione: Ingegnere per 20 anni di cui 8 sugli yacht. Master of Yachts MCA, Ship security Officer, STC W 95, Padi Open Water diver, assistente medico a bordo delle imbarcazioni
Imbarco attuale: M/Y Tajin
Bandiera: Canada
caratteristiche della barca: cantiere Trident, architetto navale Sergio Cutolo, interior design Juan Carlos Espinosa, e Ruben Mesa, lunghezza m 45, larghezza m 8,50, pescaggio m 2,30, riserva d'acqua 8.000 litri, carburante 38.000 litri, velocità max 22 nodi, velocità di crociera 15-18 nodi.